L’isola che non c’è

 

Nelle tele di Antonella al di sotto di un paesaggio da cartolina, che presenta una realtà edulcorata dove tutto sembra scorrere imperterrito e sereno, incombe un mondo sotterraneo e mutevole, invisibile agli occhi ma i cui riflessi riescono ad increspare la superficie dell’acqua.

 

Al lato fermo, sicuro e confortevole della realtà si affianca un abisso mutevole e instabile, un paesaggio emotivo e onirico dove creature lacustri esplorano i fondali di una dimensione che esiste innanzitutto nella mente.

 

Queste piccole isole non sono che parti di terra emersa di cui rimane celato un lato inafferrabile, del quale percepiamo la presenza e che sembra indicarci un nuovo possibile punto di vista.

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© antonellaciceri.it - tutti i diritti riservati - E_mail : antonellaciceri.arte@gmail.com